CIVILIZATION VI: RISE AND FALL - CHANDRAGUPTA GUIDA L'INDIA

Stratega magistrale. Diplomatico rispettato. Studioso onorato. L'indiano Chandragupta Maurya fu tutte queste cose, e per questo è diventato una leggenda per il suo popolo. Dopo aver rovesciato un impero corrotto, riuscì a espandere i confini del suo regno e si adoperò alacremente per migliorare le condizioni di vita dei suoi sudditi. Alla fine, rinunciò volontariamente a tutto.

Chandragupta nacque nel III secolo a.C. La sua infanzia e giovinezza rimangono avvolte nel mistero: alcune fonti lo collegano a una famiglia con una nobile tradizione guerriera, mentre alcuni resoconti sostengono che avesse natali più comuni e fosse rimasto orfano in tenera età. In ogni caso, Chandragupta si guadagnò presto la reputazione di giovane astuto e carismatico, tanto che il grande Chanakya decise di fargli da mentore. Grazie al leggendario politico e filosofo, Chandragupta ricevette un corso accelerato di politica, arte e tattica militare.

Chanakya, stratega provetto, aveva un piano: sperava che il suo pupillo sarebbe stato in grado di sfidare la dinastia Nanda, il cui governo era considerato da molti corrotto. Chandragupta non deluse le speranze del suo tutore, radunando presto un esercito. Nel 322 a.C. aveva rovesciato i Nanda, si era installato sul trono del regno di Magadha e aveva dato origine alla dinastia Maurya.

A questo punto Chandragupta rivolse la sua attenzione ai territori controllati dai successori dell'impero macedone. Alessandro Magno era già morto quando Chandragupta ascese al trono, ma non prima di aver conquistato la valle dell'Indo. Chandragupta continuò a estendere i confini del suo regno finché non arrivò a contatto con l'impero seleucide, da poco formato. Alla fine della guerra, durata dal 305 al 303 a.C., Seleuco dovette cedere le satrapie indiane al re Maurya. Per mostrare che non c'era rancore, e sapendo che Seleuco si preoccupava soprattutto degli stati rivali a ovest e sud, Chandragupta gli donò 500 elefanti da guerra.

L'impero di Chandragupta arrivò a estendersi dall'odierno Afghanistan all'India meridionale. Ma le conquiste non erano la sua unica abilità: nel corso del suo regno Chandragupta si dimostrò un governante scaltro e attento alle esigenze del suo popolo. Per migliorare la qualità di vita dei cittadini costruì strade e sistemi di irrigazione e sviluppò le rotte commerciali. Fu anche abbastanza astuto da garantirsi la fedeltà dei suoi soldati fornendo loro vestiti di qualità e servitù nelle guarnigioni.

Verso la fine della sua vita Chandragupta incontrò il saggio Bhadrabahu, che gli insegnò i precetti del jainismo, una religione che promuove l'illuminazione spirituale e la nonviolenza attraverso una vita ascetica. Seguendo questa nuova filosofia, Chandragupta abdicò in favore del figlio Bindusara. In cerca dell'illuminazione si recò in pellegrinaggio in una caverna nell'India meridionale. Lì meditò fino alla sua morte e placò la sua sete di purezza spirituale rinunciando letteralmente a tutto: al suo trono, al regno, alle ricchezze, persino al cibo.

La morte di Chandragupta non segnò la fine della sua dinastia; l'impero Maurya sarebbe durato un altro secolo. Ispirati dalle sue azioni, i successori di Chandragupta (in particolare il nipote Ashoka) seguirono le sue orme, unendo l'espansione territoriale all'illuminazione spirituale.

ABILITÀ ESCLUSIVA DEL LEADER: ARTHASHASTRA

L'Arthashastra, un antico trattato in sanscrito il cui titolo è spesso tradotto in "La scienza della politica", tocca molti argomenti. Oltre a illustrare come si devono condurre gli affari di stato, tratta di politica economica e strategia militare. Attribuito a Chanakya, il mentore di Chandragupta, si può considerare un manuale di riferimento per la dinastia di Maurya. Approfitta della sua lezione quando dichiari una guerra di espansione territoriale: mentre marci in battaglia otterrai bonus al movimento e alla Forza di combattimento.

Chandragupta è uno dei nove nuovi leader introdotti dall'espansione Civilization VI: Rise and Fall, in uscita l'8 febbraio 2018.

Dì la tua sui social utilizzando l'hashtag #OneMoreTurn e assicurati di seguire Civilization per rimanere aggiornato sulle ultime notizie riguardanti Sid Meier's Civilization VI.