ANNUNCIAMO CIVILIZATION VI: RISE AND FALL

Le civiltà non sono un'entità monolitica. Non ci si può aspettare di fare tutto il lavoro all'inizio e di costruire una cultura capace di resistere alla prova del tempo. Non funziona così nel mondo reale... o in una partita di Civilization. L'espansione che annunciamo oggi, Civilization VI: Rise and Fall, aggiunge una nuova dimensione dinamica al gioco che tutti amiamo. L'8 Febbraio 2018 potrai condurre la tua nazione in un'Età dell'oro. Osserverai gli altri stati piegarsi sotto il loro stesso peso. Potrai guadagnare (o perdere) la lealtà del tuo popolo. La vera questione è: "come ti ricorderà la Storia?"

 

Sono Anton Strenger, capo progettista di Civilization VI: Rise and Fall, e oggi vogliamo rivelare alcune delle grandi novità in arrivo con quest'enorme espansione di Civilization VI. Il cambiamento più grande, che influenza profondamente il gioco, è l'introduzione degli imperi dinamici. Durante lo svolgimento della partita le civiltà fioriranno e cadranno in disgrazia (come avrete forse capito dal titolo dell'espansione). Anche i confini subiranno delle fluttuazioni: le città, infatti, potranno decidere di passare da un impero all'altro.

Come obiettivo secondario, Civilization VI: Rise and Fall include più elementi narrativi (denominati "Momenti storici") che mettono in evidenza i punti cruciali dello sviluppo della tua civiltà. Questi eventi si verificano in ogni specifica partita e la rendono unica, mentre al contempo hanno un effetto sulle dinamiche di gioco.

LE ETÀ DELL'ORO STANNO ARRIVANDO... MA ANCHE QUELLE OSCURE

Le Età dell'oro e le Età oscure sono alcuni dei nuovi eventi che possono determinare il corso della storia in una partita. Sono periodi significativi per una civiltà, ma comunque temporanei, dal momento che durano per un'intera epoca. Il meccanismo delle Età darà ai giocatori nuove opportunità per cambiare la loro strategia, alterando l'equilibrio tra le civiltà rivali. Entrare in un'Età dell'oro permette di ottenere enormi bonus alla Lealtà e influenza positivamente molti altri aspetti del gioco, ma rende leggermente più difficile ottenere un'altra Età dell'oro in futuro.

Un'Età oscura danneggia la Lealtà nelle tue città e ti rende vulnerabile, ma rende anche più facile ottenere successivamente un'Età dell'oro. Inoltre sblocca alcune politiche riservate alle Età oscure e apre la porta alla possibilità di proiettarsi in una potente Età eroica. Per avere un'idea di quanto quest'ultima sia desiderabile, considera che un'Età dell'oro fornisce un bonus Dedizione (un potente effetto specifico di questi periodi di grande fioritura), mentre un'Età eroica permette di scegliere tre bonus Dedizione (il che ne fa una specie di "Età dell'oro tripla").

Il gioco base di Civilization VI includeva il concetto di "epoca del giocatore", un'espressione del percorso fatto sbloccando elementi dell'Albero delle tecnologie e dei Progressi civici. Quest'espansione si basa sul concetto di "epoca del gioco", determinata dall'avanzamento dei singoli giocatori e da qualche altro elemento valutato dietro le quinte. Le diverse epoche della partita possono essere considerate alla stregua dei capitoli di un romanzo: ognuna ha uno svolgimento e una fine, ma lascia aperta la strada a un nuovo capitolo che sviluppa ulteriormente la storia. Entrando in una nuova epoca potrai guadagnare un'Età dell'oro o un'Età oscura: quale delle due ti toccherà è determinato da uno specifico Punteggio Epoca, che potrai accumulare nel corso del gioco raggiungendo determinati obiettivi.

Così, alla civiltà tua vicina che nell'ultima epoca si è goduta un'Età dell'oro, in questa potrebbe capitare di entrare in un'Età oscura, dandoti la possibilità di cambiare la tua strategia. L'effetto più importante delle Età dell'oro e di quelle oscure, comunque, è l'impatto sulla Lealtà delle città di un giocatore. Al susseguirsi delle epoche, man mano che i punti deboli di un impero vengono immancabilmente alla luce, le città possono dichiarare la propria indipendenza e addirittura passare sotto la protezione di un diverso sovrano.

GUADAGNARE LEALTÀ

Le conseguenze del nuovo sistema della Lealtà sono enormi perché, nei casi estremi, il controllo di intere città può passare di mano senza l'uso della forza militare. Se una città ha un basso livello di Lealtà, c'è il rischio che si ribelli e si autoproclami città libera. Questo la renderà un obiettivo succoso per gli altri giocatori che vogliono espandere il loro impero. Mantenere leale una città non solo assicura che ti resti fedele, ma influenza anche le città vicine con una sorta di pressione che "emana" dalla città stessa. In questo modo potresti arrivare a essere tu a influenzare una città straniera al punto da farla defezionare e passare dalla tua parte.

Nei precedenti titoli della serie Civilization era possibile influenzare una città straniera per mezzo della Cultura e acquisirla senza un intervento militare. Abbiamo pensato che fosse giunto il momento di riconsiderare questa dinamica di gioco e permettere di modificare i confini ed espandere i propri territori senza passare necessariamente da una guerra.

La Lealtà influenza anche la configurazione e la strategia sulla mappa nel corso della partita. Quello che nel gioco base sarebbe stato un confine immutabile tra due nazioni diventerà nell'espansione un'arena in cui le due civiltà si contenderanno aspramente la lealtà delle città, specialmente quando entreranno in gioco le Età dell'oro e le Età oscure.

Età dell'oro ed Età oscure rappresentano una specie di bomba per la Lealtà. Nel caso migliore, attivare un'Età dell'oro renderà tutti i tuoi cittadini un poco più leali. Allo stesso tempo le città straniere vicine subiranno l'attrazione della tua civiltà e potrebbero vacillare nella loro fedeltà verso il loro sovrano. Il modo più rapido e diretto di rafforzare la Lealtà di una città, comunque, è di inviarvi un Governatore.

GOVERNATORI

Nelle versioni precedenti di Civilization, "il governatore" si riferiva spesso a un aiutante IA che gestiva una città al posto del giocatore. In questa espansione, però, accade proprio l'opposto. Inviare un Governatore rappresenta una decisione attiva sullo sviluppo di una particolare città, che prenderà una specifica direzione. In modo analogo ai distretti nel gioco base, i Governatori rappresentano un modo di specializzare le città. La differenza sta nel fatto che i Governatori hanno un insieme di bonus esclusivi e distinti e che si possono spostare da una città all'altra.

Durante una partita un giocatore può ottenere fino a sette Governatori, ciascuno con un albero di promozioni personalizzato. Abbiamo fatto del nostro meglio per dar loro il potere di fare davvero la differenza nelle città.

La cosa funziona così: nel corso della partita le tue azioni ti faranno guadagnare punti (Titoli Governatore). Dovrai scegliere se usarli per nominare un nuovo Governatore o promuoverne uno già esistente. La gestione dei Governatori influenzerà la tua strategia globale: potrai puntare sulla quantità per coprire un maggior numero di città, o concentrarti sulle promozioni per ottenere meno Governatori, ma più potenti.

Per quanto riguarda i Governatori stessi, ognuno ha una personalità distinta, e questo prima ancora di cominciare a scegliere le loro promozioni. Qualche Governatore dà il meglio di sé nel portare una città già sviluppata ad altezze impensabili, costruendo Meraviglie e potenziando le sue Rotte commerciali. Altri sono più adatti a guidare una città giovane, che sta ancora costruendo i primi distretti e accaparrandosi i territori circostanti. Un altro Governatore ancora saprà salvare una città da un assedio, organizzando la sua difesa contro un potente esercito aggressore. Normalmente i Governatori operano solo nelle tue città, ma ce n'è uno che può essere assegnato a una città-stato, influenzando i tuoi Emissari laggiù. Detto questo, nessun Governatore può essere ridotto a una singola, semplice funzione.

ARRICCHIRE LE TUE ALLEANZE

In Civilization VI il sistema delle alleanze era già molto ricco, ma l'espansione introduce nuove sfaccettature. Nel gioco base un'alleanza garantiva sostanzialmente che l'altro giocatore non avrebbe interferito con la tua strategia attaccandoti, ma raramente offriva benefici tangibili. Così, in Civilization: Rise and Fall abbiamo aggiunto incentivi concreti per rendere le alleanze più desiderabili. Vogliamo incoraggiare i giocatori a unirsi per il bene comune, non per un semplice patto di non aggressione. Inoltre i giocatori si troveranno alle prese con decisioni più attive e interessanti: ora ogni alleanza ha un tipo (di ricerca, militare, economica, culturale, religiosa) che determina i suoi benefici. Inoltre, man mano che dura nel tempo un'alleanza "passa di livello" sbloccando bonus più potenti. Questo incoraggia i giocatori a pensare a lungo termine e a investire risorse nella diplomazia.

Ecco un esempio di come un'alleanza, specificatamente un'alleanza di ricerca, può evolvere nel corso del tempo. Al livello 1, entrambi gli alleati ricevono un bonus alla Scienza per le loro Rotte commerciali. Man mano che l'alleanza si rafforza, entrano in gioco effetti più specifici e potenti. Al livello 2, entrambi gli alleati continuano a ricevere un bonus alla Scienza, ma ottengono anche impulsi tecnologici a intervalli regolari. Il livello 3 include tutto quanto abbiamo descritto sin qui, più un bonus alla Scienza quando una civiltà studia la stessa tecnologia dell'alleato, o una che l'alleato ha già completato. Queste nuove alleanze sono così potenti che in un dato momento i giocatori non possono averne più d'una attiva per ogni tipo. In ogni caso, è sempre possibile accordarsi con il partner e cambiare il tipo di un'alleanza già esistente.

SITUAZIONI DI EMERGENZA

Le Emergenze sono una novità introdotta in Civilization VI: Rise and Fall. La maggior parte delle Emergenze scatta quando un giocatore ottiene un vantaggio preponderante in una specifica area. Un esempio potrebbe essere la conversione di una Città Santa a un'altra religione, o l'uso di un'arma nucleare. Quando scatta un'Emergenza, il computer determina quali giocatori possono unirsi in un'alleanza temporanea contro il bersaglio: ognuno di essi può accettare o chiamarsi fuori. Unirsi all'Emergenza può fornire benefici permanenti, ma solo se i giocatori che la compongono dovessero riuscire a completare in tempo uno specifico obiettivo contro il bersaglio. In caso contrario, sarà il bersaglio stesso a ricevere un beneficio!

Questo sistema è chiaramente rivolto al bilanciamento, ed è molto difficile da realizzare correttamente: lo scopo è fornire un'esperienza di gioco più dinamica, ma allo stesso tempo è necessario trattare in modo equo i giocatori che hanno accumulato un certo vantaggio. Abbiamo aggiunto una sfida per i giocatori che alla fine sono così in testa che la loro partita comincia quasi a ristagnare nelle fasi precedenti alla vittoria. D'altra parte, non volevamo introdurre penalità artificiali per obbligarli a perdere terreno. Le Emergenze sono un'ottima soluzione a questo problema, che affliggeva il ritmo di certe partite; inoltre permettono anche ai giocatori che hanno uno stile di gioco più isolazionista di affacciarsi sul palcoscenico del mondo. In un modo o nell'altro, quando si verifica un'Emergenza è sempre possibile intervenire con il proprio contributo.

RACCONTARE LA TUA STORIA

I fan di Civilization sanno che ogni partita ha un'evoluzione distinta e che racconta una storia particolare. Civilization VI: Rise and Fall mette quella storia sotto i riflettori, aggiungendo altri modi di tener traccia dei progressi di una civiltà.

Così, man mano che la partita si dipana, in Civilization: Rise and Fall i giocatori ottengono Momenti storici. Si tratta in pratica di mini-obiettivi ottenuti da chi esegue un'impresa degna di nota (al momento ce ne sono più di 100). Tra le altre cose è inclusa la prima circumnavigazione del mondo, l'addestramento di un'unità esclusiva, la fondazione di una religione e la costruzione di un distretto con un bonus per la posizione molto alto. Diversi Momenti forniscono un bonus ancora maggiore se la civiltà in questione è la prima al mondo a compiere una determinata azione. I Momenti storici, presi collettivamente, formano una storia della partita ricca di dettagli rivolti specificatamente al tuo impero.

I Momenti storici sono rappresentati in due modi. Innanzitutto contribuiscono al tuo Punteggio Epoca, aiutandoti così a entrare in un'Età dell'oro. In secondo luogo sono aggiunti alla tua Cronologia, una particolare sezione dell'interfaccia che visualizza tutte le imprese compiute nella partita. La Cronologia include moltissime illustrazioni personalizzate per ogni diverso Momento, ed è una rappresentazione suggestiva dell'evoluzione del tuo impero nel corso di ogni distinta partita. Se vogliamo essere pratici, è anche un ottimo modo di ricordare cosa stavi facendo quando riapri un salvataggio dopo qualche giorno. La cosa più importante, comunque, è che la Cronologia illustra la tua storia.

NUOVE CIVILTÀ, NUOVI LEADER

I fan ci hanno chiesto spesso come scegliamo i nuovi leader e le nuove civiltà da includere nelle espansioni... e Civilization: Rise and Fall include ben nove leader e otto civiltà, che saranno rivelate nelle prossime settimane. Ebbene, si tratta di un processo collaborativo che coinvolge l'intero team, dai grafici e i progettisti fino alla produzione e addirittura al dipartimento legale. Sostanzialmente per scegliere i potenziali leader ci poniamo alcune domande fondamentali:

"Questa regione del mondo è rappresentata?"

"Questo periodo storico è rappresentato?"

"Questo è già stato incluso in un capitolo precedente di Civilization o è completamente nuovo?"

Ci sforziamo di offrire una selezione ricca e diversificata di leader e riteniamo importante includerne diversi di sesso femminile. Le donne sono spesso trascurate nei resoconti storici tradizionali, mentre gli studi recenti hanno rivelato il ruolo delle donne affascinanti e capaci che si nascondono tra le righe dei libri di testo. Abbiamo anche cercato leader la cui storia ci permettesse di progettare bonus legati ai nuovi sistemi introdotti nell'espansione.

Per quanto riguarda il bilanciamento e il rischio di una "escalation" nella potenza dei nuovi leader, abbiamo osservato olisticamente lo stato del gioco e confrontato i leader vecchi e nuovi da questo punto di vista. Il nostro dipartimento di CQ ci fornisce regolari valutazioni e stime sulla forza relativa dei vari personaggi. In questo processo abbiamo anche considerato l'opinione dei fan e le classifiche mondiali. Non abbiamo avuto paura di riprendere in mano leader già finalizzati per riprogettare completamente il loro bonus, perciò vogliamo ricevere i feedback dei giocatori. Siamo sempre pronti ad ascoltare.

Questa è solo la prima introduzione di Civilization VI: Rise and Fall. Abbiamo molte altre cose che non vediamo l'ora di rivelare prima della sua uscita, l'8 febbraio 2018... a partire dai nuovi leader e dalle civiltà che potrai governare.

Dì la tua sui social utilizzando l'hashtag #OneMoreTurn e assicurati di seguire Civilization per rimanere aggiornato sulle ultime notizie riguardanti Sid Meier's Civilization VI.